About

La mia foto

Siamo consulenti in ambito privacy, normativa videosorveglianza, protezione dati. Abbiamo al nostro interno consulenti certificati TUV e facciamo parte della Consulta UNICT presso Unione Industriali Parma

venerdì 28 marzo 2014

Privacy Day 2014


PISA, 9 Maggio 2014


Il Privacy Day, è ormai un appuntamento consolidato per professionisti e figure aziendali che quotidianamente sono coinvolti dalle tematiche privacy. Come nelle precedenti tre edizioni, anche alla 4° , non mancheranno relatori di prestigio e ospiti dalle istituzioni, e saranno previsti crediti formativi per le categorie professionali interessate direttamente dalle tematiche della protezione dei dati. Tra i relatori sarà presente il nostro CEO Polaris, Daniele Gombi, che terrà un seminario sulla tematica ‘’guida pratica alla sicurezza dei dati: il piano business continuity’’. Per maggiori informazioni sullo svolgimento della giornata: PROGRAMMA

martedì 25 marzo 2014

SEMINARIO ''Privacy, Protezione e Trattamento dei dati personali''


Polaris tra i BIG della Privacy
Daniele Gombi, CEO di Polaris, il giorno 25 marzo 2014 sarà relatore al seminario organizzato da Synergia Formazione dal titolo ''Privacy, Protezione e Trattamento dei dati personali - Controlli sui Lavoratori''.
Il seminario è della durata di due giorni (25 - 26 marzo) e si terrà presso lo Starhotels Ritz di Milano.

Gli argomenti trattati riguardano:
  • Principali adempimenti per le imprese
  • Gestione delle misure di sicurezza
  • Novità per dati biometrici e firme grafometriche
  • Responsabilità e sanzioni
  • Accordi sindacali e autorizzazioni amministrative
  • Legittimità dei controlli sui lavoratori
  • Tutela del lavoratore e ''whistleblowing''
  • Recenti orientamenti giurisprudenziali

giovedì 6 febbraio 2014

Videosorveglianza sul luogo di lavoro - responsabilità penale.





Con sentenza n. 4331 del 30 gennaio 2014, la  Corte di Cassazione  ha chiarito che l’installazione di una telecamera puntata sui dipendenti, o in luoghi di lavoro dove questi hanno accesso anche occasionalmente, effettuata senza aver ricevuto preventivamente  l’autorizzazione dell’ispettorato del lavoro, o senza aver stipulato prima uno specifico  accordo con le rappresentanze sindacali, comporta la responsabilità penale del datore di lavoro.

Non conta, secondo gli ermellini, il fatto che le videoriprese sul posto di lavoro siano iniziate soltanto dopo il benestare della direzione provinciale del lavoro, se le telecamere erano precedentemente installate.

E’ stato infatti particolarmente precisato che, in virtù dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori  (Legge 300/1970),  a priori va tutelato il bene giuridico della riservatezza del  lavoratore e, di conseguenza, il reato a carico del datore può configurarsi con la mera installazione non autorizzata dell’impianto di videoripresa, anche se la telecamera rimane spenta in attesa di ottenere il nulla osta della Dtl o di siglare l'accordo con i sindacati. Per evitare sanzioni, le telecamere devono quindi essere montate solo ed esclusivamente dopo aver ricevuto l'autorizzazione.

Tratto da "Federprivacy Federazione Italiana Privacy"

Predisponiamo le pratiche per l'autorizzazione dell'ufficio Territoriale del Lavoro.
Per info contattaci Tel. 0524 81189

venerdì 24 gennaio 2014

Cloud, 3 cose da sapere per scegliere in maniera consapevole!

Sei invitato il giorno 11 febbraio presso Polaris Informatica - via XXIV Maggio n° 28/c Fidenza (PR)


Clicca qui per iscriverti.

Oppure scrivi un post di commento qui sotto specificando il nome dell'azienda ed il n° dei partecipanti.

Seminario Gratuito.